Vai al contenuto

I GRANDI CAVALLI DEL ‘900

I Grandi Cavalli del ‘900
Straordinari purosangue che hanno fatto grande l’Ippica Italiana.

i-grandi-cavalli-del-'900
Il Grande Ribot

I Grandi Cavalli del ‘900 dell’ippica italiana raccolti qui per gli appassionati delle corse ma anche per chi ama quello straordinario animale che è il cavallo (ma a noi non piace chiamarlo animale).

I Grandi Cavalli del ‘900 raccontati per chi vuole conoscere i momenti più belli, i cavalli più importanti, gli allevatori più prestigiosi, i fantini più vittoriosi e anche gli aneddoti, le curiosità del mondo ippico, un mondo a parte, elegante e diverso dal trotto e dall’equitazione, due altre nobili discipline dello straordinario mondo del cavallo.

Grazie della lettura e, se vuole scriverci: info@clubcavalloitalia.it. Noi rispondiamo sempre.
Iniziamo in ordine alfabetico con

Apelle

Il primo de I Grandi Cavalli del ‘900 è Apelle, figlio di Sardanapale e di Angelina, nasce nel 1923 e viene allevato da Federico Tesio, che avrebbe allevato, tra i tanti purosangue, anche Nearco e Ribot

I-Grandi-cavalli-del-'900-Apelle

Innanzitutto chiediamo scusa per la qualità dell’unica fotografia che abbiamo trovato ma Apelle è un cavallo dei primi decenni del secolo scorso e in quegli anni le fotografie erano piuttosto rare e di bassa qualità.

Apelle era un cavallo sprovvisto di quel finale bruciante che piace moltissimo agli appassionati ma dalla partenza impone un’andatura terrificante, in grado di stroncare qualsiasi resistenza: un “passista” eccezionale.

In questa pagina potete continuare a leggere di Apelle.

Continiuiamo a conoscere i Grandi Cavalli del ‘900 con

Donatello II

Donatello II (m.s.) nato nel 1934 da Blenheim e Delleana da Clarissimus.

I-Grandi-Cavalli-del_'900-Donatello-II

Nove corse disputate con 8 vittorie a 2 e 3 anni tra cui il Gran Premio di Milano, il Gran Premio d’Italia, il Derby Italiano, il Criterium Nazionale, il Gran Criterium, il Premio Eupili, e l’unica sconfitta è un piazzamento: il secondo posto al Grand Prix de Paris a Longchamp.

In questa pagina tutta la storia di Donatello II.

Dopo Donatello II continuiamo a conoscere i Grandi Cavalli del ‘900 con

Molvedo

Molvedo (1958-1987) baio oscuro, è nato dalla prima stagione di accoppiamento di Ribot, il miglior cavallo che sia mai stato allenato in Italia.

I-Grandi-Cavalli-del-'900-Molvedo

La fattrice doveva essere Staffa ma, poiché si era perso il documento per il suo viaggio in Inghilterra dove faceva la monta Ribot, fu deciso di mandare Maggiolina, stretta consanguinea di Nearco, il più importante riproduttore che l’allevamento italiano abbia mai avuto.

Per conoscere Molvedo questa pagina è dedicata a questo magnifico purosangue.

Ed ora è il momento del grande

Nearco

Nearco (24 gennaio 1935 – 27 giugno 1957) di Pharos e Nogara era un cavallo italiano di razza purosangue inglese, un grande campione di galoppo della Scuderia Dormello Olgiata, allevato da Federico Tesio a Dormelletto, in Piemonte.

I-Grandi-Cavalli-del-'900-Nearco

Nearco lasciò discendenti molti cavalli importanti come Nearctic, Northerm Dancer, Secreteriat e altri al punto che è stato per due volte (nel 1947 e nel 1949) in cima alla lista degli stalloni i cui discendenti avevano vinto la somma più alta di premi in Inghilterra e Irlanda.

Per continuare a conoscere il grande Nearco questa pagina è a vostra disposizione.

Dopo Nearco andiamo a conoscere un’altro de I Grandi Cavalli del ‘900

Ortello

Ortello (m.s.) nato nel 1926 da Teddy e Hollebeck, da Gorgos.

I-Grandi-Cavalli-del-'900-Ortello

Ortello: diciannove corse disputate, 16 vittorie da 2 a 4 anni, tra cui Prix de l’Arc de Triomphe a Longhchamp, Premio Chiusura, Premio Emanuele Filiberto, Derby Italiano, Gran Premio d’Italia, Gran Premio di Milano, St. Leger italiano, Premio del Piazzale, 3 piazzamenti, 2° Gran Criterium, Premio Chiusura, 4° Prix de l’Arc de Triomphe.

In questa pagina potete continuare a leggere di Ortello.

Ora è il momento del più grande di tutti.

Ribot

Ribot è nato in Inghilterra a Newmarket, nel 1952, da Tenerani e Romanella, è stato allenato da Federico Tesio e il suo interprete durante la sua carriera è stato il fantino Enrico Camici.

I-Grandi-Cavalli-del-'900-Ribot

Il grande campione deve la sua enorme fama per essere imbattuto in tutta la sua carriera: ben sedici vittorie consecutive nei più importanti Gran Premi disputati in Europa, tra cui due Arc de Triomphe e un’edizione del King George.

Questa pagina è dedicata al grande Ribot.

Chiudiamo momentaneamente la rassegna de I Grandi Cavalli del ‘900 con

Sirlad

Sirlad, (m. s. da Bold Lad Usa e Soragna da Orvieto) è stato forse più amato di Ribot e di Nearco e, probabilmente, molto sfortunato.

I-Grandi-Cavalli-del-'900-Sirlad

Sirlad, un mito dell’ippica italiana, un sauro imponente che univa stile e potenza che, nel 1976, si presentò sul turf con il suo allenatore Gaetano Benetti con i colori della Razza La Tesa.

A Sirlad abbiamo dedicato questa pagina.

Naturalmente I Grandi Cavalli del’900 non si esauriscono qui: a breve potrete leggere di Ortis, Falbrav, Tony Bìn…

Nel frattempo vi offriamo questo video. Buona visione.

grazie

Grazie per il tempo che avete trascorso con noi e, se volete, in questa pagina potrete conoscere il cavallo nei film, dal primo, un film muto, ai giorni d’oggi.

Ed ora vi invitiamo a visitare il nostro shop online con il meglio del made in Italy per chi ama i cavalli.
Troverete gioielli, abbigliamento, borse, cavalli nel prezioso vetro di Murano e potrete anche far dipingere il vostro cavallo in un prezioso piatto di maiolica.

Tutto naturalmente Made in Italy escluso, per ora, l’abbigliamento e avrete accesso ai Premium Services riservati ai nostri clienti,

Per finire iscrivetevi alla nostra newsletter a bassa frequenza qui. Saprete prima di tutti viò che accade nel mondo di Club Cavallo Italia e avrete subito lo sconto del 10% per il vostro primo acquisto nel nostro shop online.

Infine vi invitiamo a visitare la pagina di un nostro evento che ci rende particolarmente orgogliosi perché abbiamo creato la prima Giornata Nazionale del Cavallo. Buona lettura.

Grazie ancora per il tempo trascorso con noi e vi aspettiamo presto con gli altri cavalli del ‘900: ogni vostra visita è sempre particolarmente gradita.