La Storia del Cavallo

La Storia del cavallo

La Storia del Cavallo raccontata da Club Cavallo Italia

La Storia del Cavallo raccontata da Club Cavallo Italia, il Primo club di chi ama i cavalli, inizia da 60 milioni di anni fa e vi invitiamo a leggere sino in fondo questa pagina ma se ci è sfuggito qualcosa non esitate a contattarci con una mail a: info@clubcavalloitalia.it.
Noi rispondiamo sempre, a tutti.

Ma prima di iniziare questo viaggio da milioni di anni fa a oggi iscrivetevi qui alla nostra newsletter settimanale e saprete prima di tutti cosa succede nel nostro mondo, il mondo di chi ama i cavalli.

Vi aspettiamo. Siete i benvenuti.

la storia del cavallo

Il continente americano è stata la prima area di sviluppo dei pre – equidi.

All’epoca era collegato con l’attuale Asia tramite lo stretto di Bering, che aveva terre emerse, consentendo il passaggio da un continente all’altro e permettendo la diffusione di questi animali in Asia ed in Europa, che allora formavano un unico, grande continente, chiamato Pangea.

la storia del cavallo

Pangea

In seguito alla millenaria formazione dei continenti le varie popolazioni d’animali rimasero isolate.

Rimane comunque un mistero la scomparsa degli antenati del cavallo nel continente americano, nel quale furono poi introdotti nel XVI secolo dagli spagnoli, dove si inselvatichirono dando origine ai famosi Mustang.

La storia del cavallo

Un cavallo Mustang

La Storia del Cavallo. L’Australia…

L’Australia invece vide il primo cavallo solo nel XVIII secolo, introdotto dai coloni.

Qui si svilupparono tanto rapidamente, soprattutto nel Nuovo Galles e nel Queensland, che nel 1912 se ne contavano circa 2,5 milioni.

La storia del cavallo

Ora una breve pausa: parliamo di noi.

Per chi ama i cavalli abbiamo creato la nostra Collezione Abbigliamento.

Il marchio ricamato Club Cavallo Italia farà sapere a tutti che fate parte di un mondo speciale, il mondo straordinario di chi ama i cavalli.

Utilizzate il pulsante qui sotto per scoprire la nostra collezione abbigliamento.

Grazie.

SCOPRITE LA NOSTRA COLLEZIONE ABBIGLIAMENTO. GRAZIE
La storia del Cavallo

Per rispettare l’ambiente, ogni capo della collezione Club Cavallo Italia viene realizzato solo nel momento in cui riceviamo l’ordine.
Per questo motivo impieghiamo un po’ più tempo per consegnarlo e vi offriamo le spese di spedizione.
Grazie per la pazienza e grazie anche a nome dell’ambiente.

Grazie ancora per aver visitato la nostra collezione abbigliamento e ora continuiamo con la storia del cavallo.

La Storia del Cavallo. 60 milioni di anni fa.

L’ Hyracotherium (o Eohippus) è considerato il primo precursore del cavallo.
Aveva le dimensioni di una volpe e viveva durante l’Eocene, tra 60 e 45 milioni di anni fa.
Il suo peso raggiungeva a malapena i 7 chilogrammi, aveva una lunghezza media di soli 60 cm., 4 dita nell’arto anteriore e 3 nel posteriore.
Il cranio era allungato, con 44 denti a corona lunga e si pensa fosse un erbivoro che brucava  foglie tenere e germogli.

La Storia del cavallo

L’Hyracoterium

La Storia del Cavallo. Da 50 a 40 milioni di anni fa.

Evoluto dal Hyracotherium probabilmente è l’Orohippus, poiché i primi reperti dell’ Orohippus appaiono circa due milioni di anni dopo la prima comparsa del Hyracotherium.

Le differenze anatomiche tra i due generi sono modeste: stessa grandezza, corpo più sottile, testa allungata, anteriori più sottili e posteriori più lunghi.

La storia del cavallo Orohyppus

L’Orohyppus

La Storia del Cavallo. Da 40 a 35 milioni di anni fa.

La variazione di clima di circa 40/35 milioni d’anni fa vede lo sviluppo di praterie erbose.

In questo periodo anche l’antenato del cavallo cambia: non strappa più il fogliame ma bruca l’erba: per questo il muso ed il collo si allungano e, non potendo più nascondersi nella vegetazione, ora più bassa, deve correre per sfuggire ai nemici: per questo le zampe si allungano.

Cambia anche la sua indole, sviluppando vista ed udito per scorgere il pericolo.

La Storia del Cavallo. Da 35 a 25 milioni di anni fa.

Fa così la comparsa il Mesohippus, che ha vissuto circa da 35 a 25 milioni anni fa tra Eocene ed Oligocene ed era uno dei mammiferi più comuni nel Nord America.

Camminava su tre dita,sia negli anteriori che nei posteriori.

A giudicare dai suoi lombi sottili il Mesohippus, alto come una pecora, era un animale veloce che si alimentava di ramoscelli teneri e frutta.

La storia del cavallo Mesohippus

Il Mesohippus

La Storia del Cavallo. Da 35 a 25 milioni di anni fa.

Durante il periodo Oligocene, ramificato dal Mesohippus, fa la sua comparsa il Miohippus.

Le sue dimensioni erano simili a quelle di un cane da pastore.

Aveva denti corti, zampe a tre dita ed abitava le zone pianeggianti ricoperte da foreste.

 

La storia del cavallo Miohippus

Il Miohippus

La Storia del Cavallo. Da 25 a 20 milioni di anni fa.

Dal Miohippus, rimasto nelle steppe, sorse in Nord America il Parahippus, molto simile ma un po’più grande.

Il Parahippus aveva le dimensioni di un piccolo pony, con cranio allungato e una struttura facciale simile al cavallo attuale e arti con tre dita, di cui il mediano ben sviluppato, mentre i laterali erano deboli e non raggiungevano il suolo.

La storia del cavallo Parahippus

Il Parahippus

La Storia del Cavallo. Da 20 a 10 milioni di anni fa.

In questo periodo fa la sua comparsa il Merychippus.

Il Merychippus viveva in branchi, era alto circa 120 cm. ed era il primo equide che aveva una testa analoga a quella del cavallo di oggi, con il muso più lungo, la mandibola più profonda ed occhi più spaziati.

La storia del cavallo Merychippus

il Merychippus

La Storia del Cavallo. Da 10 a 7 milioni di anni fa.

A cavallo tra il Miocene ed il Pliocene fa la sua comparsa il Pliohippus, un cavallo molto simile all’attuale e con un solo dito per piede.

Le gambe lunghe e snelle del Pliohippus ne fanno un veloce animale delle steppe.

Il Pliohippus divenne il Plesippus e, un’ulteriore evoluzione, durante il Pliocene superiore, generò il vero Equus, il cavallo dei giorni nostri. 

 

La storia del cavallo Pliohippus

Il Pliohippus

La Storia del Cavallo. Da 2000 anni fa a oggi.

I primi usi cui pare sia stato utilizzato il cavallo una volta addomesticato, avvenuta in Asia Centrale fra il 2000 ed il 1000 A.C., non fu di aiuto all’uomo ma alimentare, con la sua pelle e la sua carne.
Solo con l’era del metallo il cavallo ha avuto un profondo rapporto con le attività e con la cultura dell’uomo.
Per alcune migliaia di anni nell’agricoltura, nei trasporti e nelle comunicazioni ed un ruolo altrettanto importante nell’attività bellica e nel divertimento dei ceti sociali superiori. 

La storia del cavallo

Una carrozza

Oggi il cavallo è usato prevalentemente nello sport, nel divertimento e nell’ippoterapia.

Siamo arrivati ai giorni nostri e la storia del cavallo finisce qui ma abbiamo ancora alcuni argomenti per voi.

Prima di lasciarci, perché non date un’occhiata al nostro shop online?
Troverete il meglio del Made in Italy dedicato ai cavalli e avrete i Servizi Premium riservati ai nostri clienti.
Utilizzate il pulsante qui sotto.
Vi stiamo aspettando. La visita sarà molto gradita.
Grazie

VISITATE IL NOSTRO SHOP ONLINE. GRAZIE
Shop Club Cavallo Italia

Dopo il nostro shop vi invitiamo…

…vi invitiamo a conoscere La Giornata Nazionale del Cavallo, il più importante dei nostri eventi, in collaborazione con l’Associazione No-Profit Passione Cavallo, dal 2022 per tutti gli anni successivi.

Per conoscere l’evento usate il pulsante qui sotto e grazie della visita.

SCOPRITE LA GIORNATA NAZIONALE DEL CAVALLO. GRAZIE
La Giornata Nazionale del Cavallo

E ora vi presentiamo…

… vi presentiamo la nostra mascotte: si chiama Clop, è un cavallino antropomorfo che vive a Cavallolandia, una città abitata da cavalli come lui, affacciata sul golfo della Criniera al vento sull’isola di Horses Island, nell’Oceano dei Cavallucci Marini.
A Cavallolandia vivono il Sindaco Tom Capezza, la segretaria di Clop Criniera Bionda, l’industriale Onofrio Pezzato, il cuoco Hippo Gnam Gnam del bar ristorante Biada & Fieno, nonna Barbozza, il poliziotto Lukketto Pc Prison, l’amico Amedeo Ambio… e non mancano i “malandini” come Brigliesciole, il ladro che vive nel castello del perfido Truccacorse.
Clop vi aspetta: usate il bottone qui sotto. Grazie.

Clop Club Cavallo Italia
CLOP VI ASPETTA. LA VOSTRA VISITA LO FARA' NITRIRE DI GIOIA

Stavamo dimenticando l’ultima fatica di Clop: il suo libro “La Storia del Cavallo”, un viaggio affascinante che inizia 60 milioni di anni fa con l’Hyracotherium e termina ai giorni di oggi.

Potrete conoscere anche i suoi avi e ci sarà una sorpresa per voi.

Usate il bottone qui sotto e leggete l’estratto gratuito su Amazon.
Grazie e buona lettura.

LEGGETE QUI L'ESTRATTO GRATUITO
La storia del cavallo

Grazie ancora e ora…

… e ora se amate i cavalli come li amiamo noi, vi ricordamo la nostra newsletter settimanale per sapere prima degli altri le novità del mondo di Club Cavallo Italia.

E se volete scriverci: info@clubcavalloitalia.it.
Noi rispondiamo sempre, a tutti.

Ancora un attimo: se amate i film sui cavallI date un’occhiata ai 30 film sui cavalli che abbiamo trovato per voi

Club Cavallo Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *